Elias String Quartet - Leonardo Finotti

Vai ai contenuti

Elias String Quartet

I Nostri Artisti > Quartetti d'archi


www.eliasstringquartet.com


www.thebeethovenproject.com


Stagione 2017 2018
Periodi disponibili:
dal 10 al 26 Marzo  2017, dal 1 al 21 Maggio 2017
dal 24 Ottobre al 16 Novembre 2017, dal 9 al 29 Aprile 2018, dal 23 Giugno al 1 Luglio 2018

Proposte di programma:

20 Ottobre- 12 Novembre 2017
"Sulle trace di  Beethoven":
1)Webern
Langsamer satz, Bartok n.4, Brahms Op. 51 n. 2
2) "Melodisti": Schubert Quartettsatz, Dvorak Op. 105, Schubert La morte e la Fanciulla o Beethoven Op. 127

Aprile 2018 dal  9 al 29
1)Kurtag
Momenti Musicali, Janacek Lettere Intime, Schumann Op. 41 n. 3
2)Ravel Quartetto, Shostakovich Quartetto n.7, Smetana Dalla mia vita o  Beethoven Op. 127
NB:   Con la pianista Martina Filjak i seguenti quintetti:
Schumann Quintetto Op. 44, Dvorak Quintetto Op.81

1) Dopo Beethoven, 4 programmi che mostrano le direzioni nelle quali alcuni importanti compositori si sono mossi dopo Beethoven:
A) Beethoven Quartetto Op. 95 o A.Webern Langsamer Satz
Bartok
Quartetto n. 4 / Brahms Quartetto n. 2 in La minore
B) Schumann Quartetto Op.41 n. 2 / Kurtag 6 Momenti Musicali
Mendelssohn Quartetto Op.13
C) Schubert Quartetsatz / Dvorak Quartetto Op. 108 / Schubert La Morte e la Fanciulla
D) Ravel Quartetto / Shostakovic Quartetto n. 7 / Smetana Quartetto dalla mia Vita
2) Altri programmi:
         A) Haydn Op. 76 n. 5 / Britten Quartetto n. 3 / Beethoven Quartetto Op.130 con Grande Fuga Op.133
         B) Stravinsky 3 pezzi / Haydn Op.54 n. 3 / Dvorak Op. 51 / Melodie Scozzesi
         C) Purcell Selezione di Fantasie / Britten Quartetto n. 1 / Elgar Quartetto
3) Haydn Quartetto Op.64 n. 6 / Paul Newland, commissione della Wigmore Hall al compositore di un'opera dedicata all'Elias Quartet  / Beethoven Op.59 n. 2




Elias String Quartet

Sarah Bitlloch
e Donald Grant
violini
Martin Saving
viola  
Marie Bittloch
violoncello

Martina Filjak
Pianista

Premio Borletti Buitoni Trust 2010

"Straordinaria prestazione… ardita, dal suono ricco di colori e di inflessioni, un'interpretazione intensa, profonda, carica di emozioni".
The New York Times, Carnagie Hall

" Pochi Quartetti, in qualsiasi momento della loro evoluzione, possono esibire una personalità così ricca e incisiva". Philadelfia Enquirer.

L'Elias Quartet è oggi uno dei quartetti di maggior prestigio  a livello internazionale. Apprezzato per le  intense e vibranti interpretazioni, il quartetto si sta esibendo in tutto il mondo collaborando con  alcuni dei più raffinati interpreti d'oggi. Nel corso del 2015 la formazione sarà impegnata nell'esecuzione e incisione di tutti i quartetti di Beethoven, che saranno eseguiti in 11 fra le più celebri sale da concerto  dell'Inghilterra e trasmessi dalla BBC Radio 3. Lo stesso progetto beethoveniano sarà proposto dal Quartetto negli USA alla Carnagie Hall ( New York)  e a San Francisco. L'intero progetto ha trovato il supporto del Borletti-Buitoni Trust con un sito appositamente dedicato a questo itinerario :www.thebeethovenproject.com.  
" Il lirico terzo movimento dell'Op.132 di Beethoven è stato eseguito con una tale maestosità, sensibilità e delicatezza, da commuovere fino alle lacrime il critico dell'Herald della città di Glasgow, e raramente un concerto ha lasciato negli ascoltatori un sentimento di gratitudine agli interpreti come questo". Gli appuntamenti più significativi della stagione 2014/15 hanno condotto l'Elias in un lungo tour negli USA, in Canada e in Australia, hanno segnato il loro debutto al Theatre des Champs-Elysees a Parigi, un ritorno al Concertgebouw di Amsterdam e concerti in Turchia, Olanda, Belgio e Germania. Il quartetto prosegue con presenze costanti alle Concert Halls di Glasgow, alla Turner Simms Concert Hall (Southampton) e al Festival di Brighton. Alla Wigmore Hall sarà presentato dall'ensemble in prima esecuzione un lavoro del giovane compositore inglese Emily Howard, che coinvolgerà artisti quali i pianisti Jonathan Biss e Francois-Rene Duchable e il Kungsbacka Trio. L'Elias è stato invitato a  partecipare al ciclo della BBC Radio 3 dedicato agli Intepreti della nuova generazione, anche a seguito del premio Borletti Buitoni ottenuto nel 2010. Premiato con il secondo premio alla nona edizione del Concorso per quartetto di Londra, la formazione è ospite abituale del Musikverein di Vienna, della Konzerthaus di Berlino , del Concertgebouw di Amsterdam, della Bibioteca del Congresso di Washington e della Wigmore Hall di  Londra. Hanno collaborato con il quartetto artisti quali Leon Fleischer, Michael Collins, Christian Zacharias, Pascal Moragues, Ralph Kirshbaum, Dame Anne Murray, Joan Rogers, Mark Padmore, Michel Dalberto, Peter Cropper, Malin Broman, Simon Crawford-Philips, Piers Lane, Ettore Causa, Anthony Marwood, Huw Watkins, Roderick Williams, Allan Clayton, Melvyn Tan and the Endellion, Vertavo, Navarra, Heath, i quartetti Belcea e Jerusalem. L'Elias è profondamente innamorato della musica contemporanea, proponendo prime esecuzioni di lavori di  Sally Beamish, Colin Matthews, Matthew Hindson e Timo Andres. I 4 artisti hanno lavorato con Henri Dutilleux sul suo quartetto  "Ainsi la Nuit" e recentemente hanno inciso il brano di Huw Watkin "In My Craft or Sullen Art " con Mark Padmore per l'etichetta NMC label. Il loro catalogo discografico si sta ampliando sempre più. Oltre ai quartetti di Beethoven si segnalano quelli di Mendelssohn e Britten, un Cd con musiche francesi per arpa e quartetto per l'etichetta Ambroisie, i quintetti di Dvorak e Schumann con il pianista Jonathan Biss e quello di Goehr con il pianista Daniel Becker, edito da Meridian Records.






Privacy                                                                                          Contatti
Torna ai contenuti