Veriko Tchumburidze - Leonardo Finotti

Vai ai contenuti

Veriko Tchumburidze

I Nostri Artisti > Violinisti

Stagione 2021/22
Periodi disponibili: da Settembre 2021 a Maggio 2022
Per la stagione 2020/21 l’artista propone in modo particolare  i seguenti concerti:  Dvorak, Brahms, Beethoven, Tchaikovsky, Sibelius, Wieniaski n.2 e Elgar.

Repertorio con Orchestra :
Beethoven concerto Op. 61 e Triplo concerto
Brahms concerto Op. 77
Bruch Fantasia Scozzese
Dvorak concerto Op.53 in La minore
Elgar concerto
Haydn concerto n. 1 in Do maggiore
Khachaturian concerto
Mendelssohn concertoi n Mi minore Op. 64 e in Re minore per violino, pianoforte e archi
Mozart concerti n. 5 e n. 4
Shostakovich concerto n. 1 Op.77
Sibelius concerto
Tchaikovsky concerto in Re maggiore Op. 35
Wieniawski concerto n. 2


Veriko Tchumburidze
Violinista

Primo premio Concorso Henryk Wieniawsky 2016

Nel 2016, all’età di 20 anni, Veriko Tchumburidze è stata premiata con il primo premio al prestigioso concorso internazionale Henryk Wieniawski, catalizzando su di sè l’attenzione del mondo musicale. Nata ad Adana in Turchia nel 1996, Veriko Tchumburidze ha iniziato lo studio del violino all’Università di Mersin con Selehattin Yunkus e Lili Tchumburidze. Dal 2010 si è perfezionata con Dora Schwarzberg alla Hochschule di Vienna come studentessa del progetto “ Giovani musicisti sui palcoscenici del mondo ( YMWS)” . Dall’età di 19 anni ha proseguito il suo percorso formativo con la violinista Ana Chumachenco alla Hochschule di Monaco. Fra i suoi docenti si ricordano altresì Igor Ozim, e la partecipazione ad alcune master class con Albert Markov e Shlomo Mintz. Nel 2004 l’artista ottiene il primo premio al concorso internazionale Gülden Turali e nel 2006 lo stesso riconoscimento al concorso per violino della Georgia. Nel 2012 vince il primo premio al Concorso Tchaikovsky per giovani interpreti. Nel 2013 il Magazine turco Andante  premia la violinista come “Miglior talento musicale emergente”. Ha tenuto il concerto d’apertura al 41 Festival di Istanbul con la Borusan Symphony Orchestra ed è stata invitata da Seiji Ozawa nella sua Accademia in Svizzera per un periodo di studio, così come dal Festival di Verbier. Nel 2014 è stata invitata per concerti con la Swiss Chamber Orchestra diretta da Howard Griffiths. L’artista si è esibita tra l’altro con l’Orchestra da Camera di Zurigo a Lucerna,  e, dopo questa performance, ha potuto realizzare un Cd con il sostegno della Fondazione Orpheum Musik. L’orchestra da camera di Monaco , la Brandenbugisches Staatsorchester , il Musikkollegium Winterthur, il Teatro Marinski la Borusan Philarmonic e la Sinfonia Varsovia l’hanno avuta recentemente come ospite.
Nel 2016, il suo primo Cd per Sony realizzato a Zurigo con la l’Orchestra da camera di Brandeburgo gli è valso l’invito a tenere il concerto d’apertura al Festival del Film promosso dall’Opera di Zurigo. Nel Giugno 2016, come membro del Trio Arte Ensemble, la violinista ha meritato il primo premio al Concorso di musica da camera Pietro Argento di Gioia del Colle. Con questa formazione ha interpretato in prima mondiale un brano espressamente scritto per questo Trio, Ludus Modalis, del celebre compositore turco Ökzan Manav. Dopo la vittoria al concorso Wieniawsky, l’interprete ha suonato al Beethoven Easter Festival, al Menuhin Festival di Gstadt, allo Schleswig- Holstein Musik Festival, al Musica Mundi Festival, all’Olympus Music Festival con Nicholas Angelich, Maxim Vengherov, Lisa Batiashvili, Michael Sanderling e molti altri direttori. Dal 2016 la violinista suona un violino di Giambattista Guadagnini messo a sua disposizione dalla Fondazione tedesca Deutsche Musikleben.

Cookie e Privacy Policy                                                                                         Contatti
Torna ai contenuti